Flusso luminoso - Lumen (lm)

È la quantità totale di luce emessa in tutte le direzioni. Viene misurata posizionando la sorgente luminosa al centro di una sfera di integrazione ed è rilevante per sorgenti non direzionali come il tipo A o quando si confrontano due sorgenti direzionali con angoli del fascio diversi.

Flusso luminoso

Intensità luminosa - Center Beam Candela Power (CBCP) o Candela (cd)

Il punto più luminoso del raggio, di solito al centro. Per misurare l'intensità della luce, la sorgente luminosa viene collocata all'interno di un goniofotometro e ruotata di 180 ° per misurare la distribuzione della luce e determinare il punto più luminoso. È rilevante per l'illuminazione direzionale come i tipi High Bay o Down Light, ma deve essere utilizzato in correlazione con l'angolo del fascio. A volte è anche chiamato MBCP (Maximum Beam Candela Power).

intensità luminosa

Angolo del fascio - Gradi (°)

L'angolo della luce emessa dalla sorgente. È l'angolo oltre il quale l'intensità misurata dal goniofotometro è inferiore al 50% del massimo (Larghezza intera a metà massimo). Applicazioni diverse richiedono angoli del fascio diversi, generalmente classificati come Spot (SP), Narrow Flood (NF), Flood (FL) e Wide Flood (WF). È rilevante per l'illuminazione direzionale come il tipo High Bay e Sport Light. Più ampio è l'angolo del fascio, minore è l'intensità della luce, ma maggiore è la superficie illuminata.

L'angolo del fascio ha condotto l'alta luce della baia

Temperatura colore - Gradi Kelvin (K)

L'aspetto del colore della luce. Questa viene misurata nella sfera di integrazione, che analizza la lunghezza d'onda di emissione per determinare la temperatura del colore. Le sorgenti a incandescenza e alogene hanno una temperatura di colore bianco caldo di 2700K mentre le lampade fluorescenti e LED sono disponibili in tutti i colori di luce come bianco caldo (2700K-3000K), bianco naturale (4000K), luce diurna (5000K) e bianco freddo (6500K) .

Per l'ospitalità e le applicazioni di illuminazione per F&B, consigliamo Warm White per riprodurre la sensazione di comfort domestico. Per l'illuminazione di negozi sono adatti sia Warm White che Natural White. Le temperature colore Day Light e Cool white vengono utilizzate solo nell'illuminazione degli uffici e nelle applicazioni dell'ambiente di lavoro in cui l'attenzione e la produttività sono più importanti.

Le soluzioni di illuminazione Fireflier sono disponibili in Warm White (2700K-3000K), Natural White (4000K), Day Light (5000K) e Cool White (6500K).

Inoltre, l'emissione di illuminazione a LED migliora all'aumentare della temperatura del colore. Lo stesso LED avrà una resa luminosa maggiore a 6500K rispetto a 3000K, motivo per cui è importante considerare la temperatura del colore quando si confrontano due sorgenti LED.

Temperatura di colore

Illuminamento - Footcandles (fc) o Lux (lx)

La misura della densità del flusso luminoso che cade su una superficie. Footcandles o livelli di Lux vengono testati nel goniofotometro o con un luxmetro. I risultati possono essere visualizzati su un grafico che mostra il livello di illuminamento a ciascuna distanza della sorgente di luce e l'area illuminata. Viene utilizzato per determinare il tipo e il numero di sorgenti necessarie per raggiungere un determinato obiettivo di illuminamento in un'applicazione. I livelli di lux per ogni progetto sono determinati da molti fattori, primo fra tutti la destinazione d'uso dell'ambiente. Ad esempio, i requisiti di illuminazione di un ufficio saranno superiori a quelli di una camera d'albergo.

footcandle contro

Riproduzione del colore - Indice di resa cromatica (CRI o Ra)

Il CRI misura la capacità di una sorgente luminosa di riprodurre accuratamente i colori e viene misurato su una scala da 0 a 100. La luce naturale ha un CRI di 100 ed è ciò che tutte le sorgenti luminose si sforzano di replicare. Un CRI di 65 è considerato scarso (immagine a destra) mentre un CRI di 80 è considerato buono. Le sorgenti alogene e ad incandescenza hanno un CRI vicino a 100 mentre le sorgenti fluorescenti sono solitamente intorno a 80. ENERGY STAR richiede un CRI di 80 per le lampade a LED integrate.

Pannello LED CE lIGHT cri80

CRI per lampade LED è misurato in una sfera integrata che analizza l'effetto cromatico della sorgente luminosa su una scala di 14 colori standard (R1-R14). Dopo il test, ogni colore riceve un valore. Il numero effettivo di CRI è derivato dalla media dei valori assegnati a R1-R8.

Sebbene i valori R9-R14 siano misurati, non hanno alcun impatto sulla classificazione CRI di un prodotto. R9 include i rossi associati a cose come cibo, vestiti e persino tonalità della pelle. Per l'illuminazione commerciale, è importante considerare il CRI di un LED e il valore R9, specialmente in luoghi come supermercati, negozi di abbigliamento e altri luoghi in cui i rossi sono colori importanti.

Durata: standard L70 (ore)

La durata della sorgente tradizionale è calcolata secondo lo standard B50. In questo standard, la durata della sorgente è il numero di ore di funzionamento dopo le quali il 50% della popolazione testata fallisce.

Poiché il LED è un semiconduttore, non si brucerà come un alogeno o una CFL. Invece, la resa luminosa diminuirà nel tempo. Di conseguenza, è stato sviluppato lo standard L70 B50. Sulla base del deprezzamento del lumen del LED, lo standard L70 B50 considera la durata di una sorgente come il numero di ore di funzionamento in cui metà della popolazione testata raggiunge il 70% dell'emissione di lumen iniziale (deprezzamento del 30% dei lumen). Al di sotto di questo punto, si ritiene che la sorgente non soddisfi i suoi requisiti di illuminazione e debba essere sostituita.

A causa della lunga durata dei LED e del suo rapido ritmo di sviluppo, i dati delle applicazioni reali non sono sempre disponibili. Questo è il motivo per cui il settore si basa sull'estrapolazione dai dati sul calo del flusso luminoso del pacchetto LED. Poiché maggiore è la temperatura del LED, più veloce è il declino del lumen, è fondamentale che il sistema di dissipazione del calore dei LED sia efficace nel dissipare il calore.

Test di invecchiamento delle luci UFO LED High bay

Efficacia - Lumen per Watt (LPW o lm / W)

Misura l'efficienza di una sorgente dividendo il flusso luminoso per la potenza totale del sistema compreso il driver. Una maggiore efficienza è migliore per l'utente perché un prodotto LED con un elevato rapporto lumen per watt ridurrà il fabbisogno energetico e allo stesso tempo creerà un'elevata resa luminosa. L'efficienza della sorgente a incandescenza o alogena è di circa 10-15lm / W. Fireflier's Ripple LED High Bay Light è 150lm / w e Corona LED High Bay Light può raggiungere fino a 180lm / w ora.

Corona UFO Led high bay con sensore

Spargi l'amore
Apri chat
1
Whatsapp noi
Ciao
Possiamo aiutarla?